Scambio didattico - culturale

LICEO ARTISTICO ‘A. PASSAGLIA’ (LUCCA) – LICEO LINGUISTICO ‘DOMINIKUS ZIMMERMANN’ (BAVIERA)

 

Anche quest’anno la sede di Piazza Napoleone del nostro Liceo Artistico ha aperto le porte ad una classe del Liceo linguistico ‘Dominikus Zimmermann’ di Landsberg am Lech (Baviera), in occasione dello scambio didattico-culturale che la Prof.ssa Dianda organizza da oltre dieci anni.

Sedici studenti, accompagnati dalle loro insegnanti Prof.ssa Theresa Hagele e Prof.ssa Stephie Hoch, sono stati ospitati in famiglia dagli alunni della classe III A e hanno preso parte alle attività della scuola, visitando nel contempo le maggiori attrattive culturali dei dintorni di Lucca, quali ad esempio la Piazza dei Miracoli a Pisa e la Galleria degli Uffizi a Firenze.

 

   
   

 

 Durante il primo giorno di visita, gli studenti tedeschi sono stati impegnati in un laboratorio di pittura con la Prof.ssa Mugnai e in un laboratorio di plastica con la Prof.ssa Rizzo, nel quale hanno realizzato piccoli manufatti in gesso raffiguranti la Torre Guinigi, che hanno poi potuto portare con sé quali souvenir.

Nel pomeriggio, hanno poi effettuato una caccia al tesoro in lingua inglese per la città di Lucca, accompagnati dai loro corrispondenti italiani.

Un’altra attività degna di nota è stata la visita, nella mattinata di giovedì, alla Fonderia Del Chiaro di Pietrasanta, durante la quale il proprietario ha illustrato le peculiarità della sua azienda, fornendo dettagliate spiegazioni sui vari processi di creazione di un’opera d’arte in bronzo.

Nel primo pomeriggio, il gruppo ha poi visitato la cittadina di Pietrasanta ed in particolare la Chiesa della Misericordia, dove ha potuto ammirare gli affreschi di Botero sul Giudizio Universale.

Infine, il venerdì mattina gli studenti, divisi in piccoli gruppi, si sono uniti alle varie classi e hanno preso parte a lezioni di italiano, filosofia, inglese, educazione fisica e storia dell’arte: in questo modo, hanno potuto toccare con mano le analogie e le differenze tra i sistemi scolastici e le metodologie di insegnamento dei nostri due Paesi.

L’esperienza si è, quindi, conclusa con la consueta cena conviviale, che si è rivelata come sempre una spensierata occasione di conoscenza e amicizia.